thumbnail Ciao,

L'ex ad della Juventus ha toccato diversi temi, dal mercato di Madama a Giovinco, da Anelka alla lotta Scudetto fino ad arrivare all'esonero del tecnico boemo.

E' uno dei suoi nemici storici nel mondo del calcio. Dopo l'esonero di Znedek Zeman ha parlato l'ex ad della Juventus Luciano Moggi. Batosta subita in casa contro il Cagliari, la formazione giallorossa ha deciso di affidare la squadra ad Andreazzoli.

"Per Zeman purtroppo è andata a finire così. Non posso negare che me lo aspettavo e lo avevo ampiamente pronosticato..." le dichiarazioni a 'Tuttojuve'. "I due anni di gestione Baldini sono stati assolutamente negativi, lo dicono i numeri e i risultati. Per Baldini servirebbe più che un altro allenatore un altro ribaltone stile Calciopoli per avere opportunità del genere".

Qualcuno parlava di Roma da Scudetto, ma Moggi non ha mai avuto dubbi: "Invece i risultati sono stati deludenti, ma non c'è da sorprendersi. Zeman e Baldini sono quello che sono e l'hanno dimostrato quest'anno".

Juventus e Napoli sono appaiate in vetta: "Il campionato è riaperto, ormai è palese come il Napoli possa vincere il campionato. L'Europa League è una coppa di poco conto, alla quale Mazzarri è poco interessato. Gli azzurri possono approfittarne...".

"La Juventus avrà la coppa dei campioni che toglierà energie, i bianconeri devono fare grande attenzione.  Ora i bianconeri stanno andando meno bene a causa dell'assenza di Chiellini che dietro si fa sentire. Un giocatore così non è sostituibile".

La mossa di Marotta non è piaciuta: "Avrebbero fatto molto meglio a stare come stavano piuttosto che prendere Anelka che non è superiore a nessuno degli attaccanti attualmente in rosa alla Juve. Punterei su Giovinco, èstato un acquisto positivo, perchè oltre a far goal aiuta molto con i suoi assist i centrocampisti ad andare a segno".

Sullo stesso argomento