thumbnail Ciao,

Bergodi ha spiegato il caso Terlizzi: "Ci sono state cose che non mi sono piaciute quindi abbiamo deciso di cederlo".

Reduce dal pesantissimo 6-0 subito in casa della Sampdoria, il Pescara domani ospiterà il Bologna con l'intento di tornare a muovere la classifica. La compagine abruzzese viene da tre ko di fila e da tre partite senza reti segnate.

Cristiano Bergodi, nella consueta conferenza stampa pre match, si è detto soddisfatto dei rinforzi che la società gli ha messo a disposizione durante la sessione di mercato invernale: "Sono stati acquistati giocatori che mi soddisfano. Alcuni non giocano da un po' ma presto saranno pronti. Ci serviva una punta come Sforzini, Zauri è molto versatile, Sculli è quello che ha forse bisogno di lavorare un po' di più".

Il Pescara ha acquistato molti elementi nuovi: "Ci sono ragazzi come D'Agostino, Rizzo, Caraglio e Bianchi Arce che si stanno ambientando, forse si poteva prendere un altro difensore visto l'addio di Terlizzi, ma ho fiducia nei giocatori che ho a disposizione. Perchè è stato ceduto? Negli ultimi mesi ho parlato più con lui che con mia moglie, ci sono state cose che non mi sono piaciute e in comune accordo con la società abbiamo deciso di metterlo sul mercato".

Sulla gara col Bologna ha spiegato: "Siamo andati in ritiro per far gruppo dopo la sconfitta di Genova, volevamo ritrovare la serenità ma anche provare qualcosa di nuovo per il Bologna. Sarà una gara delicata ma non decisiva, è comunque vietato perdere".

Sullo stesso argomento