thumbnail Ciao,

Il presidente bianconero carica la truppa reduce da un periodo poco fortunato: "Raccolti risultati al di là di ogni aspettativa, ma vincere è da sempre nel nostro Dna".

La Juventus balbetta in campo, il presidente Agnelli però continua a ricevere meritatissimi premi per la grande cavalcata vissuta dalla compagine bianconera nella scorsa stagione, culminata con la conquista del ventottesimo Scudetto.

Il numero uno di Madama, insignito ieri del Premio Nebiolo quale 'Sportivo Piemontese dell'anno 2012' istituito dal Coni, ha voluto ringraziare l'intero management della Juventus, ricordando: "E' un onore ricevere questo premio che mi gratifica personalmente ma che non sarei mai stato in grado di ottenere senza le capacità di tutta la Juventus, attraverso i suoi dirigenti Marotta e Mazzia, con cui siamo riusciti ad ottenere in breve tempo risultati aldilà delle nostre aspettative ma non aldilà delle nostre legittime ambizioni visto che la Juventus prende parte a qualsiasi competizione per vincere" .

Il momento però è senza dubbio delicato, tanti infatti sono i dubbi che affollano la mente di Conte in vista della delicatissima trasferta in programma domani all'ora di pranzo contro il Chievo. Almeno tre i ballottaggi: Lichsteiner-Isla a destra, Peluso-Giaccherini a sinistra e Matri-Quagliarella davanti.

Il neo arrivato Anelka ha un'autonomia decisamente limitata, ma in assenza di Vucinic potrebbe essere prezioso a gara in corso. Tra tante cattive notizie a regalare un sorriso in casa Juventus è stato sicuramente il tweet di un Simone Pepe in lenta ripresa dopo un avvio di stagione da dimenticare: "Oggi ho ricominciato a fare un po' di palestra, lunedì dovrei correre". L'incubo adesso sembra davvero alle spalle.


Sullo stesso argomento