thumbnail Ciao,

L'attaccante del Milan è stato presentato alla stampa dalle ore 19:15. Ad rossonero visibilmente soddisfatto. "Una delle trattative più complicate e difficili".

Dopo averlo inseguito per tantissimo tempo, finalmente Adriano Galliani può sedersi affianco a Mario Balotelli. L'attaccante del Milan è stato presentato alla stampa dalle ore 19:15, nella sala Executive di San Siro. L'ad, ovviamente, è apparso visibilmente soddisfatto.

''Non era pessimismo quando dicevo che Mario non arrivava, era realmente difficile" ha sentenziato il dirigente del Diavolo. "Ad Allegri chiedo sempre la stessa cosa, andare in Champions. Sono sicuro che Mario in campionato ci darà una grande mano. Il Milan ha fatto un grande sforzo economico''.

''Siamo rgogliosi e contenti di averlo riportato a casa. E' stata una trattativa lunga e complessa. Tra le più complicate" ha continuato Galliani, evidenziando ancora una volta le difficoltà dell'affare. "Volevamo assolutamente riportare Balotelli nella squadra del suo cuore''.

Ora i rossoneri hanno Niang, Balotelli ed El Shaarawy. Ora, sulla carta, si è a posto per i prossimi dieci anni: "Abbiamo costruito il Milan del futuro, ora abbiamo un trio giovane e molto forte. Sono molto contento del calciomercato di gennaio, acquistati tutti i nostri obiettivi".

Ma Balo è stato una mossa elettorale sì o no? Galliani non ci sta: "Le elezioni sono state fissate due o tre mesi fa, la finestra di gennaio risale alla notte dei tempi. Noi andremo avanti con la linea giovani''.

Lo Scudetto è solamente un miraggio: "No, noi dobbiamo andare in Champions. Dodici punti dalla Juve mi sembrano tanti, ma non metto limiti alla provvidenza. Balotellate? Spero di non avere bisogno di occuparmene...''. Ai microfoni di 'Sky' Galliani ha poi aggiunto: "Siamo convinti che prevarrà il suo essere calciatore il suo voler essere protagonista".

Chiusura netta su Kakà, anche per giugno: "Non si fa più, quando ci provi due, tre e quattro volte e non riesce...". E' restato invece al Milan Pazzini, per il quale Galliani non ha preoccupazioni: "E' tranquillo, è un ragazzo intelligente. Continuerà a giocare con continuità e giocherà la doppia sfida di Champions con il Barcellona".

Sullo stesso argomento