thumbnail Ciao,

Goal.com, che ogni settimana è al vostro fianco con i fantaconsigli di giornata, vi propone una breve ma utile guida ai volti nuovi della Serie A...

Come ogni anno con la chiusura dei battenti dell'Ataquark Hotel si schiudono le porte 'dell'altro calciomercato', quello che nel proprio piccolo riguarda tutti gli appassionati di fantacalcio. Come per le società di Serie A, è tempo di mercato di riparazione: Goal.com, che ogni settimana è al vostro fianco con i fantaconsigli di giornata, vi propone una breve ma utile guida ai volti nuovi della Serie A...

VOLTI NUOVI IN SERIE A: IL BORSINO
Balotelli (Milan)
Kovacic (Inter)
Kuzmanovic (Inter)
Formica (Palermo)
Faurlin (Palermo)
Anelka (Juventus)
Sissoko (Fiorentina)
Rolando (Napoli)
Hauche (Chievo)
Torosidis (Roma)
Non ha bisogno di presentazioni Mario Balotelli, obiettivo per qualsiasi fantallenatore: quando a gennaio arriva un campione di questo calibro è inevitabile destinare gran parte del proprio budget sul suo acquisto, in quanto può spostare gli equilibri del proprio fantacalcio.

Consigliatissimo anche il talento preso dall'Inter, Mateo Kovacic. Il croato ha la stoffa per potersi ritagliare sin da subito uno spazio importante in squadra, Stramaccioni ha dimostrato di saper valorizzare i giovani e anche Moratti ha già fatto capire di volerlo vedere spesso in campo. Quasi irrinunciabile il suo acquisto se utilizzate rose che durano nel tempo...

Ha le doti per poter affermarsi in nerazzurro nonostante la concorrenza anche Kuzmanovic, che nello Stoccarda ha affinato il proprio feeling con il goal (seppur spesso usufrendo di calci piazzati).

Interessante poi la coppia rosanero formata da Formica e Faurlin: tra i tanti argentini portati a Palermo da Lo Monaco l'ex fantasista del Blackburg e il regista prelevato dal QPR sono quelli che offrono le maggiori garanzie di rendimento. Non convince Boselli (deludente nella sua precedente esperienza a Genova) nè tantomeno Sperduti, attaccante che non ha mai raggiunto importanti vette realizzative. Stuzzica invece il portoghese Nelson, terzino di spinta di ottimo livello.

La poca freddezza sotto porta è anche il limite di Nicolas Anelka, unico colpo di rilievo del mercato della Juventus. L'ex Chelsea non è un goleador e la concorrenza per un posto in attacco è folta: meglio puntare su altri giocatori.

Può essere invece un'incognita Momo Sissoko: l'ex bianconero a Firenze troverà subito spazio tra i titolari? E' giocatore dal cartellino facile, dai pochi goal ma se carbura può accumulare voti molto positivi.

Sarà da valutare anche la condizione di Rolando, difensore che il Napoli ha acquistato dal Porto. Mazzarri ha ammesso che il portoghese avrà bisogno di una mini-preparazione, sarà difficile vederlo nell'undici titolare in tempi brevi. Tra i difensori occhio a Torosidis: se avete Piris in rosa è praticamente obbligatorio il suo acquisto, visto che sembra destinato a dar vita ad un lungo ballottaggio col paraguaiano.

Chi ama le scommesse può guardare in casa Chievo Verona, dove è arrivato l'attaccante argentino Gabriel Hauche, soprannominato 'El Demonio': potrebbe formare un tridente molto interessante con Thereau e Paloschi ma non aspettatevi goal a grappoli.

Tra i volti meno noti da segnalare il difensore portoghese Texeira, approdato a Siena per raccogliere l'eredità di Neto; il centrale brasiliano del Bologna Naldo, arrivato in rossoblù via Udinese; il fantasista polacco Wolski, che alla Fiorentina rischia però di trovare poco spazio in quanto reduce da un grave infortunio. Difficile che possa subito diventare titolare il portoghese Pereirinha, rinforzo della Lazio.

Discorso a parte merita Giuseppe Rossi: se il vostro non è un fantacalcio che dura negli anni, meglio puntare su altri obiettivi, visto che per rivedere Pepito in campo ci vorranno ancora diversi mesi.

Tra gli sconsigliati anche la coppia Bianchi Arce-Caraglio del Pescara, i greci Spyropoulos e Christodoulopoulos, approdati rispettivamente a Verona e Bologna, e lo svizzero Emeghara del Siena, altro giovane attaccante che non ha propriamente il goal nel sangue.

Sullo stesso argomento