thumbnail Ciao,

Il tecnico dei nerazzurri ha parlato in vista del prossimo match contro il Palermo, commentando anche i movimenti di mercato della società in maniera positiva.

L'Atalanta proverà a dare una scossa al suo campionato ripartendo dal difficile campo di Palermo, il tecnico Stefano Colantuono ha messo in guardia i suoi in vista dell'impegno e ha parlato anche di mercato, per il quale si ritiene molto soddisfatto.

Intervenuto in conferenza stampa, l'allenatore nerazzurro non crede ad un Palermo in difficoltà: "Ho grande rispetto per il Palermo anche senza Miccoli. Non meritano la posizione in cui stanno. Fabrizio è uno di quei giocatori che cambia la partita con una giocata. Ovviamente sarà per noi un piccolo vantaggio perché credo sia uno dei pochi rimasti in Italia in grado di spostare gli equilibri".

Sul momento della squadra Colantuono se la prende con la 'dea bendata': "In quest'ultimo periodo siamo stati molto sfortunati. Abbiamo sbagliato in 3 o 4 occasioni e abbiamo subito 3 goal e non è il giusto premio per la squadra. Anche in avanti dovremo migliorare in quanto a cattiveria e concretezza".

Per quanto riguarda il mercato c'è grande soddisfazione, a cominciare dal reparto difensivo: "In difesa siamo cresciuti numericamente e qualitativamente. Contini è molto simile a Manfredini e siamo sicuri che sarà molto utile. La rosa è numericamente più folta e con la concorrenza tutti verranno stimolati".

Davanti è invece arrivato Brienza, Colantuono non guarda la carta d'identità: "L'età di questi giocatori? Non guardo l'anagrafe, guardo le qualità e al progetto da portare avanti. Devo andare a prendere i giocatori all'asilo? Solo a Bergamo ascolto queste cose. Brienza è un fantasista molto importante. Lo conosco molto bene avendolo già allenato ma domenica non giocherà anche perché non è ancora arrivato a Zingonia. Ci aspetterà stasera in Sicilia. Livaja è giovane e va aspettato e non possiamo chiedergli subito la luna".

Sullo stesso argomento