thumbnail Ciao,

L'attaccante italiano ha rilasciato le prime parole da nuovo giocatore del Milan dopo l'esperienza in Inghilterra con il Manchester City.

E' atterratto poco prima delle 17 all'aereoporto di Malpensa il nuovo attaccante del Milan Mario Balotelli, acquistato dalla società rossonera dal Manchester City per la cifra di 20 milioni di euro. Ai microfoni di Milan Channel, canale tematico rossonero, il calciatore ha espresso tutta la sua soddisfazione per il suo ritorno in Italia.

"Era da un po' di tempo che desideravo giocare con la maglia del Milan, ma non ho avuto la possibilità di indossare questa casacca. Appena si è presentata l'occasione sono subito corso a Milano. Quest'anno con la maglia del City non ho fatto bene, spero di poter fare bene col Milan".

I tifosi hanno già un coro pronto per lui? A Mario non interessa, basta che lo supportino: "Coro? Non è importante, basta che mi vorranno bene. Ho fatto una scelta importante arrivando qui, spero che possa tornare utile sia a me che al Milan".

Sono arrivate anche le parole dell'amministratore delegato rossonero Adriano Galliani: "L'arrivo di Mario è un sogno che si realizza, in questo modo abbiamo rafforzato in maniera considerevole la nostra squadra. Era tanto tempo che lo inseguivamo, all'interno della società lo volevamo tutti, anche il presidente".

C'è grande entusiasmo tra i tifosi rossoneri. Lo dimostrano il centinaio di persone che hanno atteso Balotelli al di fuori dell'ospedale di Busto Arsizio dove si è recato per sostenere la prima parte delle visite mediche. Mario è riuscito a fatica ad uscir fuori dalla macchina e a raggungere l'ascensore del reparto.

Nel corso delle visite mediche è arrivata anche la telefonata del presidente Berlusconi, che ha voluto complimentarsi con Balotelli per il suo arrivo al Milan e che ha scambiato con Mario qualche battuta che ha suscitato allegria nell'ex-Manchester City.

Le visite sono terminate intorno alle 20.30, tappa successiva il ristorante 'Giannino', dove si è svolta la prima cena rossonera di SuperMario.

Sullo stesso argomento