thumbnail Ciao,

Il tecnico del club friulano fa il punto della situazione sulla sua squadra, che sta vivendo un momento felice sotto il profilo dei risultati, meno sotto quello del gioco.

L'Udinese fa punti ma non piace. Il gioco della squadra bianconera non è più spumeggiante come una volta, viste probabilmente anche le tante partenze di rilievo l'estate scorsa, ma Francesco Guidolin è riuscito a 'impermeabilizzare' la difesa e questo, con Di Natale che rimane un bomber super-affidabile, ha consentito ai friulani di conquistare 17 punti nelle ultime otto giornate, incassando solo la sconfitta contro la Juventus.

"Io accetto le critiche riguardo il nostro gioco, ma non le sento e vado avanti per la mia strada senza condizionamenti - ha detto Guidolin in conferenza stampa - Negli ultimi due anni e mezzo abbiamo abituato bene i nostri tifosi, ma è indiscutibile che possiamo giocare meglio. E' su questo concetto che mi sono focalizzato, perchè sappiamo di dover migliorare la qualità della nostra manovra se vogliamo prenderci ancora qualche soddisfazione".

"Siamo una buona squadra - ha proseguito il tecnico bianconero - Certo non siamo il Milan o il Barcellona, ma con i nostri difetti e le nostre virtù proviamo a realizzare una buona stagione. Per riuscirci dobbiamo mantenere sempre alta la concentrazione. Durante la settimana lavoriamo benissimo, ma non riusciamo a tradurre appieno quel lavoro sul piano tattico nei 90 minuti in campo. Contro il Siena ci è andata bene, ma non possiamo sperare che finisca sempre così".

L'Udinese, comunque, non è certo in crisi... "Come superare questo momento? Devo osservare i singoli elementi e mantenere un certo equilibrio, altrimenti avrei già dovuto cambiare tutti gli undici giocatori che sono scesi in campo a Torino. Stiamo giocando male da soli 20 giorni, non da due anni. Il calciomercato? Non so cosa succederà nelle prossime 48 ore. Fabbrini? Vorrebbe giocare con continuità, ma per quanto mi riguarda io sarei felice che rimanessero tutti".

Guidolin dice poi la sua sul prossimo avversario dell'Udinese... "Il Milan? Devo fare i complimenti ad Allegri perché ha dato un volto a una squadra con tanti elementi nuovi e dopo un inizio molto difficile - ha detto Guidolin - A San Siro dovremo far tesoro degli insegnamenti appresi a Roma e Torino, dove ci siamo espressi al di sotto delle nostre possibilità. Se non scendiamo in campo con un certo atteggiamento, certi ostacoli per noi diventano insormontabili".

Sullo stesso argomento