thumbnail Ciao,

Il giocatore di Montella ha toccato diversi argomenti, dalla sua esperienza in Toscana al mister, dalla tifoseria fino ad arrivare alla sfida contro la Juventus, la più sentita.

Tra i migliori assist-man del campionato 2012/2013, Borja Valero è stato fin ora protagonista di un grandioso campionato con la maglia della Fiorentina. Arrivato a giugno dalla Liga, il centrocampista si è tramutato in un imprescindibile perno del macchinario Montella.

"Quando tornammo da Milano c’era un sacco di gente alla stazione di Firenze che ci aspettava per festeggiare. Se vinci un titolo può  essere normale, ma quando vinci una partita di campionato vedere queste cose non mi era mai successo" lo stupore dell'ex Villarreal a 'Canal +'.

La tifoseria viola ha già un posto nel cuore dello spagnolo: "Qui il pubblico è molto caldo. Molti dicevano che gli spagnoli in Italia non andavano bene, che era molto difficile, io non sono molto d’accordo su questo aspetto. Qui il calcio viene prima di tutto".

Montella, si diceva: "Gli piace molto far giocare bene le sue squadre, ha carattere, gli piace questo stile spagnolo di intendere il calcio, ha portato una mentalità diversa rispetto a quella che c’era nel calcio italiano prima di lui. Io mi trovo benissimo con lui".

Borja ha capito tutto: "La Juventus è la nostra più grande rivale, la settimana della gara contro di loro è stata molto caricata anche dai tifosi che ci hanno fatto capire quanto è sentita quella partita".

Sullo stesso argomento