thumbnail Ciao,

Il patron rosanero accusa senza mezzi termini l'allenatore e sprona la squadra ad avere maggiore concentrazione: "Ma in 5-6 domeniche saremo fuori dalla zona retrocessione...".

"Mi scuso con la terna arbitrale, invece rimprovero Gasperini che se la deve prendere con sè stesso". Maurizio Zamparini non ha preso granchè bene il punto raccolto dal suo Palermo nella trasferta di Cagliari. La squadra, secondo il presidente, poteva e doveva fare di più.

Senza contare la reazione del tecnico rosanero, espulso per le proteste sul fallo laterale assegnato al Cagliari, che poi ha portato al pari di Thiago Ribeiro: "Gasp ha sbagliato a sfogarsi, perchè è il settimo-ottavo risultato che gettiamo negli ultimi minuti - le parole di Zamparini a 'Radio Sportiva' - Il fallo laterale è un conto, l'azione di 50 secondi dopo un altro".

Quello visto in Sardegna è stato un Palermo troppo nervoso: "La tensione ci ha giocato un brutto scherzo, la partita l'abbiamo gettata noi, quest'anno la Dea Bendata ci volta le spalle. L'allenatore, invece di prendersela con l'arbitro, se la prenda con sè stesso e con i giocatori. Parma, Udine e adesso Cagliari... Oltre alla fortuna, serve la concentrazione".

In ottica salvezza il patron rosanero rimane "spaventato, quando la sfortuna ti colpisce così c'è da aver paura". Ma la società è pronta a fare il suo dovere negli ultimi giorni di mercato: "Lo Monaco si sta muovendo, i nomi li sapete (Vitoria, Nelson, Sperdutti, ndr). Sorrentino abbiamo visto di quanto ne avevamo bisogno. Se siamo concentrati tra 5-6 domeniche saremo fuori dalla zona retrocessione".

Non può mancare un commento sui fatti dello 'Juventus Stadium': "Guida non ha dato rigore non perchè di è di Torre Annunziata, ma perchè non ha semplicemente visto. Il giudizio su Conte e Marotta? E' stress da fine gara, cose che non devono accadere. Io li capisco, ieri avrei sbranato l'armadio dalla rabbia. Loro la sfogano così, a quanto pare".

Infine, due battute sulle elezioni in Lega: "Non è cambiato niente, ma era meglio avere un Beretta presidente rispetto ad un vuoto di potere. Sono critico verso la Lega che è l'ultima in Europa, la Lega non ha programmazione. Io combattevo la Federazione, ma meno male che c'è adesso, vista la situazione".

Sullo stesso argomento