thumbnail Ciao,

Il tecnico bianconero al Gran Galà del Calcio AIC torna a parlare dei direttori di gara: "Si può sbagliare, l'importante è che si faccia nella massima serietà".

"Gli arbitri italiani sono i più bravi nel mondo". E' una dichiarazione forse inaspettata quella di Antonio Conte dopo gli episodi di Juventus-Genoa e le polemiche legate all'arbitraggio di Marco Guida, giovane fischietto di Torre Annunziata.

Durante il Gran Galà del Calcio AIC, che ha visto il tecnico bianconero premiato come miglior allenatore della scorsa stagione, si è tornati a parlare degli errori arbitrali: "Loro lavorano ogni settimana - ha aggiunto Conte - come facciamo noi: si può sbagliare, l'importante è che sia sempre fatto - come sono convinto - nella massima serietà assoluta". 

Per Conte un premio graditissimo: "Ringrazio i calciatori che mi hanno votato, è un premio bellissimo che viene dai protagonisti del calcio. Se sono qui lo devo a quello che hanno fatto i miei giocatori l'anno scorso, speriamo di continuare a fare bene. È un campionato entusiasmante, proveremo a ripeterci facendo il nostro".

Il tecnico della Juve non teme le inseguitrici: "Noi abbiamo uno Scudetto sulla maglia, siamo favoriti e questo è fuor di dubbio. Però ci sono squadre come il Napoli, la Lazio, l'Inter, il Milan, la Fiorentina, che sta facendo molto bene... .quindi è un campionato molto avvincente, dove non si può mollare niente, perchè in questo momento dietro, a soli tre punti, c'è il Napoli che sta facendo un campionato sicuramente straordinario, e noi non possiamo permetterci di mollare nulla. Dormito bene ieri? Ma io quando non vinco, non dormo tanto tranquillo, il pareggio è una mezza sconfitta".

Dalla platea è intervenuto anche il dg della Juventus, Giuseppe Marotta, chiudendo di fatto le porte ad altri acquisti per questa sessione di mercato: "Nuovi rinforzi? Siamo consapevoli di avere un'ottima squadra, il mercato di gennaio è di riparazione e noi non dobbiamo riparare niente".

Sullo stesso argomento