thumbnail Ciao,

Il presidente biancocelste ha parlato anche del mercato, di mister Petkovic e della polemica disneyana con la Roma: "Non mi riferivo a loro, noi facciamo diversamente...".

Si ritrova terza in classifica con una serie di squadre alle proprie spalle, la Lazio di Claudio Lotito. Sconfitta nella giornata di ieri contro il Chievo, la formazione biancocelste è ora a -6 dalla capolista Juventus. Un k.o che comunque non preoccupa il patron.

"Abbiamo subito una sconfitta che si poteva evitare, adesso dobbiamo pensare alla partita di martedì e poi al proseguio del campionato" le dichiarazioni del numero uno capitolino alla 'Rai'. "Il Napoli non avendo questo impegno ha la testa più libera".

Petkovic è il condottiero di questa nuova Lazio: "Sta impiegando anche delle capacità psicologiche, mi auguro che questo valore possa essere uno sprono alla squadra per fare meglio. Arrabbiato per ieri? Sono abituato a fare queste considerazioni in camera caritatis e non pubblicamente. Ho grande stima per il mister".

Ieri la Juventus è sbottata contro gli arbitri: "Io non condivido questi atteggiamenti mediatici, noi abbiamo avuto in alcune occasioni di avere episodi opinabili sul campo ma non ci siamo mai lamentati".

Lotito non vuole continuare la polemica a distanza con la Roma: "Non mi riferivo a loro quando ho fatto la battuta su Disneyland. Volevo solo dire che abbiamo una maniera di condurre la società in modo diverso dagli altri...".

Il presidente apre al mercato: "Prima avevamo il problema della rosa extra large, ora siamo pronti a fare degli interventi mirati. Stiamo valutando, ieri abbiamo avuto un consulto con il tecnico e vedremo il da farsi. Nessun acquisto ad effetto o di nome, solo giocatori che possono accrescere il potenziale tecnico-agonistico di questa squadra".

Sullo stesso argomento