thumbnail Ciao,

Il Dg giallorosso nel prepartita del match contro il Bologna prova a spegnere le polemiche seguite alle dichiarazioni del boemo in conferenza stampa.

Non è certo una bella atmosfera quella che accompagna la Roma nella trasferta di Bologna per il match dell'ora di pranzo domenicale.

Se nella società giallorossa non hanno gradito molto le dichiarazioni della vigilia da parte di Zdenek Zeman, l'intervento nel prepartita di Franco Baldini ai microfoni di 'Sky' lo maschera molto bene...

Il club infatti non scarica il tecnico, ma anzi ne avvalora le parole: "Zeman ha parlato di mancanza di regole scritte? La disciplina non si ottiene attraverso regole scritte che peraltro ci sono, la disciplina dipende dalla credibilità che si ha verso il proprio ambiente, dagli esempi che si riescono a dare e dai comportamenti che si riesce ad ottenere".

"Noi siamo contenti dei nostri calciatori, a parte un paio di episodi di incontinenza verbale, un paio, che comunque mi pare riguardino anche i dirigenti, il comportamento della squadra è da sottoscrivere - spiega Baldini - Quello di Zeman è un invito a fare di più e noi lo sottoscriviamo. Una squadra con questo potenziale tecnico decisamente può aspirare a più del settimo posto in cui ci troviamo ora. All'interno di una struttura è sempre meglio essere avvocati difensori che giudici perché tanto il tempo in cui verremo giudicati verrà. L'invito di Zeman va accolto come tale, come un invito a dare tutti di più...".

Il dirigente spedisce poi una battuta pepata anche all'indirizzo dei 'cugini' biancocelesti: "Lotito parla di noi? Noi non parliamo quasi mai della Lazio, non è una nostra ossessione come evidentemente siamo noi per loro visto che ogni 5 minuti gli corre l'obbligo di parlare di noi. Evidentemente non gli basta la classifica che ha per evitare la polemica con noi, ma a noi non interessa...".

Nel prepartita si mostra ai microfoni anche Capitan Totti: "Il nostro momento? L'unica cosa è la mancanza di risultati e siamo stati anche un po' sfortunati, soprattutto a Napoli e Catania non siamo riusciti a concretizzare tutte le occasioni da goal create. Questo fa parte del calcio e quando non ci sono risultati si pensano tante cose. Che succede nello spogliatoio? Niente, sono decisioni che spettano al mister e alla società, noi dobbiamo solo stare a disposizione".

Sullo stesso argomento