thumbnail Ciao,

Il tecnico rossoblu non ci sta: "Il fallo di mano di Granqvist era involontario, e poi ce n'era uno anche da parte di Vucinic. Il nostro calcio riduce sempre tutto agli episodi".

Pareggio infuocato, ma pareggio fondamentale. Comincia così, con un punto strappato sul campo della capolista, il Ballardini bis alla guida del Genoa. E per l'allenatore romagnolo è questa la cosa più importante, al di là delle polemiche per il mancato rigore concesso alla Juve nel finale.

Ai microfoni di 'Mediaset Premium', il tecnico rossoblu lancia una stilettata a Conte, furioso dopo il mancato rigore concesso nel finale per fallo di mano di Granqvist. "Dico solo che non è bello aggredire gli arbitri. Io credo che gli uomini debbano avere memoria e vergogna, e io ce le ho. Questo vale per tutti, non fatemi aggiungere altri commenti".

Anche a 'Sky' Ballardini difende il Genoa. "Il limite del nostro calcio è purtroppo quello di ridurre tutto a qualche episodio. Loro si lamentano del mani di Granqvist, io potrei rispondere con quello di Vucinic. Per me l'intervento del mio difensore è involontario, ma in questo modo non si parla comunque di calcio".

E allora facciamolo: ecco l'analisi del match di Ballardini. "Il primo tempo mi è piaciuto. Abbiamo concesso pochissimo alla Juventus, anche se non riuscivamo a ripartire.  Ho scelto la difesa a tre perché sapevo che  loro ci avrebbero costretto ad allargare la squadra. Hanno due esterni molto forti su cui scaricano molti palloni".

Una parola, il vecchio/nuovo condottiero del 'Grifone' la spende anche per Marco Borriello: ex dell'incontro dopo i 6 mesi bianconeri dello scorso campionato, l'attaccante napoletano è entrato nella ripresa pareggiando immediatamente. "Se succedesse sempre così lo rimanderei in panchina..." scherza.

"Granqvist? Spero resti - continua Ballardini - ma deciderà la società. Ma non posso convincere il presidente a non venderlo con la motivazione che abbiamo un progetto: si sa che in Italia il progetto coinvolge solo allenatori che restano in una squadra per molto tempo (sorride, ndr)...".

Sullo stesso argomento