thumbnail Ciao,

Il neo centrocampista rosanero non ha rimpianti in merito alla sua scelta: "Preferisco sentirmi importante e lottare per la salvezza, che non giocare mai in una grande squadra".

Ha lasciato l'Europa e la possibilità di lottare per lo Scudetto, optando per una nuova sfida e conquistare la salvezza. Andrea Dossena ha lasciato Napoli per Palermo, ma lo ha fatto senza rimpianti nè ripensamenti. L'ex Liverpool voleva sentirsi indispensabile, e non più un semplice rincalzo.

"Meglio essere importante in una squadra di provincia, che lotta per la salvezza, che scaldare la panchina in una grande squadra
- ha detto il giocatore a 'Telesud' - . Poi a giugno, se ci saremo salvati, ci siederemo ad un tavolo per rimanere al Palermo. Qui ho trovato un gruppo, serio e unito, che lavora tanto e uno staff medico e tecnico importanti."


Adesso l'obiettivo è mantenere il Palermo in Serie A: "I tifosi sono importanti e devono dimostrare un affetto incondizionato come nel rapporto tra padre e figlio. Tuttavia, la carica devi trovarla all’interno del gruppo con i compagni e il mister. Non bisogna fare calcoli o tabelle prima delle partite, l’obiettivo è quello di scendere sempre in campo per i tre punti. Serve più cattiveria per poter riuscire a vincere e a chiudere le partite".

Sullo stesso argomento