thumbnail Ciao,

Ballardini è fiducioso che la sua squadra potrà risollevarsi presto dalla brutta situazione in cui versa attualmente. E il primo passo sarà contro la Juventus...

Davide Ballardini si appresta al suo esordio sulla panchina del Genoa, dopo il suo ingaggio da parte del presidente Preziosi a seguito dell'esonero di Del Neri.

Sarà la seconda avventura per il tecnico ravvennate sulla panchina del Grifone, che aveva già allenato nella stagione 2010-2011 e non sarà certo semplice il suo nuovo approccio col campionato, da cui mancava dal marzo scorso quando venne esonerato dal Cagliari, non solo per la situazione morale e di classifica della squadra rossoblù ma anche perchè dovrà far visita alla capolista Juventus.

"Abbiamo una squadra di ragazzi seri, che vogliono tirarsi fuori da questa situazione al più presto - ha detto in conferenza stampa il neo-tecnico rossoblù - Abbiamo sempre cercato il risultato con il gioco e l'organizzazione e cercheremo di continuare a farlo. Il modulo? Non serve in questo momento parlare di schemi e moduli. Ciò di cui abbiamo bisogno è una squadra compatta, organizzata e che sappia prima di tutto difendere bene".

Ballardini non teme la gara con la Juventus, anzi forse proprio perchè si tratta dei bianconeri la sua squadra potrebbe giocare con maggiore serenità visto che non ha nulla da perdere ma solo da guadagnare...

"Ci servirà fare una grande prestazione - ha detto ancora il mister rossoblù - Abbiamo però una buona squadra e credo che anche contro i bianconeri possiamo fare un'ottima partita.

Dovremo mettere in campo grande intensità, dovremo farne un nostro cavallo di battaglia. I due attaccanti? Possiamo anche giocare coi due attaccanti, l'importante è la disponibilità di chi gioca al sacrificio
".

Sullo stesso argomento