thumbnail Ciao,

El Shaarawy ha parlato della sua famosa cresta: "Berlusconi mi ha consigliato di accorciarla ma mi ha detto che se continuo a segnare posso anche tenerla".

Con i suoi 14 goal segnati in questo inizio di stagione in campionato, Stephan El Shaarawy si è guadagnato la palma di più bella sorpresa del torneo. Il baby fenomeno del Milan, ha trascinato la squadra nei momenti più difficili, diventando uno dei punti fermi dell'undici titolare.

Il Faraone, intervistato ai microfoni del Tg1, ha spiegato qual è uno dei suoi segreti: "Mia mamma mi ha sempre detto che il segreto di un campione è quello di restare sempre umili, anche nei momenti di maggior successo. Come dice mio padre bisogna sempre tenere i piedi per terra".

El Shaarawy ha anche parlato della sua famosa cresta: "Un giocatore va giudicato prima per come si comporta dentro e fuori dal campo e poi per il suo aspetto. La cresta è stata un'idea del mio parrucchiere e mi ha portato fortuna. Berlusconi mi ha consigliato di accorciarla ma mi ha detto che se continuo a segnare posso anche tenerla. Sto segnando meno adesso, la cresta però non è a rischio".

In questi giorni si sta parlando molto del possibile approdo in rossonero di Balotelli: "Si parla di Mario soprattutto per cose extracalcistiche, ma tutti abbiamo un ottimo rapporto con lui".

Sullo stesso argomento