thumbnail Ciao,

Il portiere brasiliano ha parlato di tutte le difficoltà affrontate prima di riuscire a tornare protagonista: "Avevo chiesto alla società di andare a giocare in prestito...".

Norberto Neto comincia a farsi conoscere dal calcio italiano. Il portiere della Fiorentina, arrivato in punta di piedi due stagioni fa direttamente dall’Atlético Paranaense, sta facendo finalmente parlare di sé. E stavolta positivamente.

In una lunga intervista concessa a 'Sport Mediaset', il numero uno brasiliano ha parlato a tutto tondo del suo rapporto con il calcio nostrano e con la società viola: “Sono arrivato dal Brasile dove avevo disputato un ottimo campionato, ma nessuno mi conosceva e non è stato facile ambientarmi. Aspettare, poi, per due anni è stato molto difficile”.

Una situazione che in pochi avrebbe accettato e per la quale Neto era disposto a lasciare Firenze:Non a caso avevo chiesto alla società di andare a giocare in prestito. Ora so che devo ancora migliorare, ma tutti gli allenatori che ho avuto mi hanno sempre detto che ero bravo”.

Poi sugli obiettivi stagionali ha concluso: “E’ chiaro che sarebbe bello arrivare in Champions, ma io penso a migliorarmi ed avere un buon rapporto con tutti, e allo stesso tempo a farmi rispettare dai compagni”.

Sullo stesso argomento