thumbnail Ciao,

Il centrocampista bianconero ha parlato della brutta disfatta di Torino, rivelando di voler tornare a vincere già dal prossimo match contro il Siena, sfruttando il fattore campo.

L'Udinese vuole ricominciare a correre dopo il duro ko subito sul campo della Juventus. A confermarlo è il centrocampista Andrea Lazzari, che ha analizzato il match dello 'Juventus Stadium', per cercare di non ripetere gli stessi errori e ripartire sfruttando il turno casalingo.

Come riportato sul sito ufficiale del club friulano, il giocatore ha spiegato la sconfitta subita contro la squadra di Conte: "Allo Juventus Stadium siamo incappati in un blackout generale. All'inizio è stato bravo Padelli a cercare di tenere in piedi la baracca, ma poi siamo stati travolti. Speriamo e vogliamo rifarci immediatamente, ma queste brutte figure servono anche a farci riflettere sugli errori compiuti e a cercare di non ripeterli. Il centrocampo? Spesso nel calcio si dice che è proprio in mediana che si vincono le partite e noi contro la Juventus non siamo riusciti ad imporci in quel settore del campo e siamo stati puniti".

Domenica arriva il Siena, Lazzari comunica tutta la sua voglia di riscatto: "Dovremo cercare di sfruttare al massimo, come abbiamo fatto spesso, le gare casalinghe per provare a fare più punti possibili. Totò? Speriamo che segni domenica il suo 150° gol con la maglia dell'Udinese e che ci aiuti, quindi, a portare a casa un successo che ci farebbe dimenticare il ko di sabato sera".

Il valore dell'avversario non va sottovalutato: "Verissimo. Innanzitutto i toscani, senza la penalizzazione, avrebbero 20 punti e non sarebbero certo l'ultima della classe. In secondo luogo, poi, conosco l'allenatore, Iachini, e so quanta grinta e carattere infonde nelle proprie squadre. Senza dimenticare che in rosa hanno elementi come Felipe, con il quale ho giocato assieme a Firenze e che considero un grandissimo difensore, e da ultimo Pozzi che non sono certo ragazzini alle prime armi in Serie A".

Sullo stesso argomento