thumbnail Ciao,

Il tecnico del Pescara rassicura i tifosi: "Prestazioni come quelle contro Inter e Torino non si ripeteranno. L'obiettivo? Voglio attuare un bel calcio anche qui".

Dopo una buona mesata in cui il Pescara di Cristiano Bergodi aveva totalizzato tre vittorie in quattro partite di campionato, le stesse che era riuscito a centrare Giovanni Stroppa nelle prime tredici giornate, la squadra abruzzese sembra aver accusato una leggere flessione. Certamente le partite contro l’Inter e il Torino (uno dei migliori rendimenti esterni della categoria) non potevano essere le gare della verità, ma il Pescara vuole rialzarsi immediatamente.

Non c’è stata un’involuzione, è solamente mancato agonismo, intensità e il giusto approccio” – rassicura il tecnico biancazzurro – “È stata solo una questione mentale e ho intenzione di parlare con staff e giocatori per capire quale sia stato il problema di fondo. Contro il Torino abbiamo fatto pochi movimenti e male, nella ripresa meglio ma la partita era pregiudicata”.

Non mi rimprovero niente, non abbiamo preso le contromisure tattiche adatte contro i granata, ma rifarei le stesse scelte” – continua Bergodi – “ma il futuro non mi preoccupa, sarebbe sciocco preoccuparsi per via di due sconfitte. Prestazioni come le ultime non si ripeteranno, il nostro pensiero è avere sempre tre formazioni alle spalle e per ora ci stiamo riuscendo”.

Sul neo-acquisto Gateano D’Agostino. “È un giocatore prezioso che può fornire il giusto apposto di qualità e geometrie a centrocampo, è bene che la manovra parte dalle retrovie. Non so se giocherà contro la Samp, di certo non cambio i quattro dietro e i tre di centrocampo. Rizzo? Un investimento per il futuro”.

Molti anche i goal presi nei primi minuti di gara. “Un altro aspetto su cui dobbiamo lavorare e migliorare, è necessario che si entri in campo concentrati, ancora non vedo la squadra che voglio. Ho sempre fatto un bel calcio, credo che anche questa squadra possa dimostrare di poter giocare un bel calcio, ha tutte le carte in regola per attuarlo”.

Sullo stesso argomento