thumbnail Ciao,

Beretta ha anche ricordato il Garrone imprenditore: "Ha avuto intuizioni importanti e molto positive per l'economia dell'Italia, ha creato occupazione nel Nord e nel Mezzogiorno".

Un'autentica pioggia di attestati di stima e di sentiti ricordi. Questo è quello che si sta riversando sulla Sampdoria e sulla famiglia di Riccardo Garrone. A poche ore dalla sua scomparsa, non accennano a diminuire i messaggi di cordoglio ed gli aneddoti di chi ha avuto la possibilità di conoscerlo da vicino.

Anche il presidente della Lega, Maurizio Beretta, ha voluto ricordare quella che è stata una delle figure di spicco del calcio italiano negli ultimi anni: "È una grave perdita per il nostro Paese, sono molto addolorato - ha detto all'ANSA - ho avuto la fortuna di conoscere da vicino Riccardo Garrone dagli anni '80, quando lavoravo per Confindustria. Senza retorica, devo dire che è una perdita per il nostro Paese".

Garrone è stata anche un'importante figura dell'imprenditoria italiana: "Riccardo Garrone ha avuto intuizioni importanti e molto positive per l'economia dell'Italia, ha creato occupazione nel Nord e nel Mezzogiorno. Inoltre era una persona sempre animata da grandissima passione civile, come ha dimostrato nel suo impegno sociale".

Di lui verranno sempre ricordate la signorilità e la pacatezza con le quali si era approcciato al mondo del calcio: "È stato anche un grande uomo di sport che ha portato nel mondo del calcio uno stile e un modo attendo di vivere la passione sportiva".

Sullo stesso argomento