thumbnail Ciao,

Il capitano nerazzurro: "La Roma è un avversario molto tosto, giocare all'Olimpico non è mai facile ed è stata la nostra principale rivale negli anni in cui abbiamo vinto tanto".

Quella vista all'Olimpico contro la Roma è stata un'Inter positiva secondo Javier Zanetti: "È stata una partita molto intensa dopo i 120 minuti di martedì in Coppa Italia - ha spiegato ai microfoni di Sky nel post-partita - Dopo il rigore non abbiamo perso la calma, abbiamo continuato a giocare ed è arrivato il pareggio. Abbiamo risposto bene e nel secondo tempo abbiamo avuto l'opportunità di vincere, come loro".

Alla fine però è maturato il risultato più giusto per quello che si è visto in campo: "Il pareggio comunque è giusto per quello che noi e loro abbiamo fatto e non era facile contro la Roma che in casa ha sempre fatto bene. Abbiamo cercato di vincerla, ma ripeto: il pareggio è giusto".

Zanetti ha parlato poi delle sfide con i giallorossi e del suo rapporto con Zeman: "Si, la Roma è un avversario molto tosto, giocare all'Olimpico non è mai facile ed è stata la nostra principale rivale negli anni in cui abbiamo vinto tanto. Zeman? L'ho ringraziato per le parole nei miei confronti, lo conosco da tanto tempo e lo stimo molto sia come allenatore che come uomo. Quando lui allenava la Lazio, venivo spesso a Roma a trovare i miei connazionali il lunedì, quando avevo la giornata libera".

Mercoledì l'Inter ritroverà la Roma in Coppa Italia: "Sarà diversa perché è una semifinale di Coppa Italia, speriamo di fare una grande partita. Le nostre prospettive? È un percorso nuovo, stiamo costruendo un gruppo che sta crescendo ed abbiamo avuto alti e bassi, ma faremo di tutto per competere".

Infine un commento sull'addio di Sneijder, passato al Galatasaray: "Gli auguro il meglio possibile, insieme a noi ha fatto cose importanti, adesso va a giocare in un calcio completamente diverso".

Sullo stesso argomento