thumbnail Ciao,

Il tecnico del Napoli ha analizzato il match pareggiato sul campo della Fiorentina, rammaricandosi per il rocambolesco goal preso e commentando le prestazioni dei singoli.

Il Napoli frena sul difficile campo della Fiorentina e si allontana ancora dalla vetta, ritornando a -5 dalla Juventus. Il tecnico Walter Mazzarri è sembrato molto rammaricato per il risultato ottenuto, facendo riferimento in particolar modo  al goal subito, a dir poco rocambolesco.

Intervistato ai microfoni di 'Sky Sport', il ct toscano ha commentato il match, volgendo il pensiero già al prossimo impegno: "E' stata una bella partita, tutte e due le squadre volevano vincerle. Siamo stati sfortunati con quel gol balordo, forse alla fine qualcosa in più lo meritavamo. Abbiamo superato con un pari questa gara, ora avremo il Parma che è una squadra difficile da affrontare. Speriamo di fare ancora meglio, abbiamo 13 punti in più dell'anno scorso ma non ci accontentiamo".

Su Insigne e Cavani Mazzarri continua a ripetere le proprie convinzioni: "Insigne? Per giocare qualcuno deve uscire, ha avuto due occasioni importanti, deve crescere ancora per giocare ad altissimi livelli. Immaginavo di un calo della Fiorentina, che ci ha pressato per tutta la gara. Cavani? Cosa vogliamo dire, deve solo continuare così. Parlatene voi".

Infine un commento sul mercato e sul collega Montella: "Credo che il mercato sia finito. Poi, è chiaro, se ci saranno occasioni di scambi o altro la società si fara trovare pronta. A livello numerico, di doppi ruoli e programmi, quello che dovevamo fare lo abbiamo fatto. Montella sfrutta i miei insegnamenti alla Sampdoria? Deve dirlo lui eventualmente. La Fiorentina però mi ricorda quella Sampdoria come gioco, facemmo un grande campionato sfiorando la Champions ma questi viola sono ancora più forti".

Sullo stesso argomento