thumbnail Ciao,

Il tecnico del club friulano ha analizzato il match perso allo 'Juventus Stadium', facendo dura autocritica verso se stesso, parlando poi anche del suo futuro in società.

L'Udinese esce sconfitta dal campo della Juventus con un pesante passivo. Il tecnico Francesco Guidolin ha commentato amaramente la prestazione della sua squadra, facendo autocritica e parlando anche del suo futuro in società.

Intervistato ai microfoni di 'Sky Sport', l'allenatore bianconero non usa mezzi termini per descrivere l'andamento del match: "Credevo che la squadra avrebbe fatto una grande partita, perchè arrivavamo da un ottimo momento, mentre loro avevano sbagliato le ultime due partite. Invece abbiamo fatto una brutta figura: abbiamo fatto il solletico alla Juve e loro hanno strameritato. Noi non siamo fenomeni ma non siamo nemmeno quelli di stasera. Dobbiamo dimenticare questa serata storta e rimetterci in piedi".

Poi una valutazione sul mattatore della serata Paul Pogba, che di fatto ha sbloccato la partita: "E' un ragazzo molto forte, sicuramente è un prospetto veramente importante. La Juve avrebbe comunque meritato di andare in vantaggio, se la nostra squadra si è espressa così, sicuramente è colpa dell'allenatore. Qualcosa non è stato preparato bene".

Infine una battuta sul suo futuro, sempre in bilico, ma con la certezza che sarà comunque a Udine: "I bilanci sono rimandati a fine stagione, è tempo di fare delle riflessioni. Io voglio restare a Udine, se la società mi vuole. Magari un domani anche con un altro ruolo, vedremo in futuro".

Sullo stesso argomento