thumbnail Ciao,

Il match del 'Bentegodi' testerà le ambizioni europee dei ducali: "Dovremo evitare passi falsi con una buona prestazione, ma senza voler esagerare nel fare la partita".

Un Parma in grande spolvero testerà le proprie ambizioni europee al 'Bentegodi' contro il Chievo. Roberto Donadoni è consapevole che quello con i clivensi sarà un esame importante per capire dove può arrivare la compagine ducale in questo campionato.

"Dobbiamo essere bravi a non commettere questo passo falso. Si parla tanto di prova di maturità e questa contro il Chievo in tal senso è una tappa importante - ha evidenziato il tecnico - Alla ripresa dopo la sosta avevo detto che le  prime 4 o 5 gare del girone di ritorno sarebbero state determinanti per capire il nostro futuro".

L'allenatore dei ducali, indica la ricetta per evitare brutte sorprese: "Eccezion fatta per  l’ultima gara, troviamo una squadra che sta facendo bene, in casa poi ha un’arma in più visto che vorrà fare vedere al proprio pubblico di non essere quella di Bologna. Dovremo stare in campo con grande equilibrio e attenzione.  Non concedere loro di sfruttare le ripartenze, fare una buona prestazione ma senza esagerare nel voler fare la partita".

Sulla formazione, Donadoni afferma: "Qualche perplessità sull’atteggiamento tattico che terremo domani ce l’ho, quindi la rifinitura di oggi sotto questo aspetto è determinante. Il rientro degli squalificati ci dà qualche opzione in più. E’ partito Musacci (riscattato e poi ceduto in prestito allo Spezia, ndr) e abbiamo perso una soluzione in mezzo al campo, ma l’importante è che chi rientra lo faccia nel migliore dei modi".

Sullo stesso argomento