thumbnail Ciao,

Il tecnico degli abruzzesi è consapevole delle insidie ma non ha dubbi: "E' il primo di cinque scontri diretti per la salvezza che vogliamo cercare di vincere".

Crocevia importante per Pescara e Torino, in campo domani all'Adriatico in uno scontro salvezza dall'importanza capitale per entrambe. Cristiano Bergodi è consapevole delle insidie che nasconde l'impegno con i granata, ma chiede ai suoi un solo risultato.

"Ci attende una gara difficile, ma si tratta allo stesso tempo di uno scontro diretto che vogliamo cercare di vincere. Ci attendono cinque spareggi salvezza di fila, e sarebbe importante iniziare bene battendo i granata", ha evidenziato il tecnico degli abruzzesi nella conferenza stampa della vigilia.

Parole d'elogio nei confronti dei prossimi avversari: "Giocano secondo la mentalità del loro allenatore Ventura e che in trasferta hanno fatto spesso bene. Il Torino è una squadra quadrata che non butta mai la palla e che lavora di gruppo, praticando anche un gioco spesso offensivo, con giocatori bravi come Cerci, Barreto, Sansone".

L'imperativo del tecnico, è facile da cogliere: "Dovremo cercare di conquistare i tre punti perchè la posta in palio è importante, anche se è prioritario allo stesso tempo muovere la classifica. Ho detto ai ragazzi che non voglio più rivedere l'atteggiamento mostrato a Milano".

Sullo stesso argomento