thumbnail Ciao,

Il tecnico blucerchiato ha invitato i suoi alla massima concentrazione, in vista di un periodo che sarà cruciale: dopo i bianconeri, saranno Pescara e Torino i prossimi avversari.

Una Sampdoria affamata di punti. E' quella che Delio Rossi vuol vedere in campo domani pomeriggio al 'Franchi'. "Il Siena è una squadra viva, che giocherà col coltello tra i denti. L'importante sarà aver più fame di loro, altrimenti vorrà dire che abbiamo dei problemi".

Dopo i bianconeri, la Samp dovrà sfidare Pescara e Torino: un terzetto di gare che potrebbe dire molto sulle chances di salvezza dei blucerchiati. "È un periodo delicato - le parole di Rossi in conferenza-stampa, come riportato dal sito ufficiale del club - Adesso si decide la stagione: dopo queste tre partite sapremo che campionato dovrà fare la Sampdoria".

Maxi Lopez, che arriva da un infortunio, non è stato convocato. C'è ancora spazio, dunque, per il giovane e talentuoso Icardi: "Le gerarchie sono azzerate perché decide il campo. Maxi López è un giocatore importante, ma viene da un infortunio. In questo momento non c'è parità di condizione tra lui e Icardi. Innanzitutto Maxi dovrà ritrovare la miglior forma fisica, poi starà a me valutare".

Gente come De Silvestri, Palombo ed Estigarribia è stata rilanciata, segno che Rossi sta svolgendo un ottimo lavoro di rivalutazione dell'organico: "Dal momento che subentri, ti devi adattare alle caratteristiche dei giocatori, cercando di penalizzarne il minor numero possibile. A metà campo siamo tanti, ad esempio, mentre negli altri ruoli c'è meno densità numerica. Il treno passerà per tutti: è importante però essere alla stazione quando passa il treno, altrimenti il treno non lo prendi".

La Samp dovrà temere la rabbia dell'ex Iachini, condottiero del Siena: "Lo conosco e onestamente penso che anche lui dovrà adattarsi al gruppo che ha trovato a Siena. Sicuramente è più avvantaggiato lui, perché conosce molto bene il gruppo blucerchiato. Ci terrà a far bene: l'anno scorso ha svolto un ottimo lavoro riportando la Sampdoria in Serie A e sarà stato dispiaciuto di non aver avuto la possibilità di poter allenare la squadra nel massimo campionato".

Sullo stesso argomento