thumbnail Ciao,

Il difensore brasiliano, memore della grande prestazione dell'andata, sa che serviranno i tre punti per continuare a inseguire il sogno Champions.

Intervenuto ai microfoni di 'Sky', il difensore della Roma, Leandro Castan, ha commentato il match che domenica sera metterà di fronte i giallorossi all'Inter. L'andata fu un trionfo per gli uomini di Zeman, che espugnarono Milano andando a vincere per 3 a 1.

Un match che Castan ricorda molto bene: "E' stata la mia prima partita a San Siro, indimenticabile. Facemmo una gran partita, giocando benissimo". Ripetere la prestazione non sarà facile, ma non se ne può fare a meno, stando alle parole del brasiliano: "Vogliamo la Champions? Allora dobbiamo necessariamente vincere, abbiamo 10 punti da recuperare".

L'ex Corinthians ha poi detto la sua su alcuni compagni di squadra: "De Rossi e Totti sono di importanza vitale per noi: sono i leader della squadra. I giovani? Mi hanno colpito moltissimo Destro, Florenzi, Lucca e lo stesso Romagnoli, un classe '95 dalle immense potenzialità".

Ed a proposito del club brasiliano, alla domanda se si fosse pentito di essere andato via ecco come ha replicato Castan: "Col Corinthians ho vinto tutto e c'era la prospettiva di vincere pure il Mondiale per Club. Però volevo venire in Europa ed il progetto della Roma mi ha entusiasmato. Il mio obiettivo? Vincere tutto con la mia attuale squadra".

Sullo stesso argomento