thumbnail Ciao,

Il patron dei sardi contesta la decisione di posticipare di oltre 20 giorni il ritorno di campionato: "Viene messa tra i due match salvezza con Torino e Bologna, non ci sta bene".

Lo scontro tra Cagliari e Roma non vuole proprio placarsi. L'ultimo capitolo di una 'telenovela' sempre più ricca di colpi di scena deriva dalla qualificazione dei giallorossi alla semifinale di Coppa Italia, che comporta lo spostamento del match di ritorno di campionato dal 1 al 27 febbraio. Modifica che non va giù a Massimo Cellino, il quale ha contestato la scelta scrivendo alla Lega.

Come riporta la 'Gazzetta dello Sport', il patron dei sardi ha sbottato in quanto il cambio di data rischia di complicare i piani dei rossoblù: "Arriva nel bel mezzo di due sfide delicate per la salvezza, il 24 con il Torino e il 3 marzo con il Bologna", ha evidenziato Cellino.

Roma-Cagliari era inizialmente prevista per venerdì 1 febbraio per consentire lo svolgimento del Sei Nazioni di rugby che si giocherà la domenica successiva allo stadio Olimpico, ma il presidente sardo non accetta che la sua squadra riposi in quel weekend e poi si ritrovi costretta a giocare tre partite importanti in nove giorni.

Un clima sempre più aspro tra le due società, dunque, iniziatosi ad accendere dopo la vicenda relativa Is Arenas per la gara d'andata mai disputata e culminata con l'assegnazione della vittoria a tavolino per 0-3 in favore della compagine capitolina.

Sullo stesso argomento