thumbnail Ciao,

Questo pomeriggio è stata annullata la squalifica nei confronti del capitano azzurro e del suo compagno Grava: "Ringraziamo tutti quelli che ci sono stati vicini".

Aspettava questo momento da più di un mese, Paolo Cannavaro. Il capitano del Napoli, insieme al suo compagno Gianluca Grava, è stato prosciolto dalle accuse di Scommessopoli, conn conseguente annullamento della squalifica di sei mesi.

"E' una gioia immensa sto ancora piangendo dalla commozione. E' stato un mese terribile, un inferno. Ora è una liberazione" le dichiarazioni del difensore partenopeo al sito ufficiale della compagine azzurra seconda in classifica dopo la notizia.

Insieme all'annullamento delle due squalifiche, infatti, è avvenuta anche la restituzione dei due punti con coi la Procura aveva penalizzato la squadra di Walter Mazzarri: ora sono appena tre punti dalla capolista Juventus. Pari merito, invece, con la Lazio di Petkovic.

"Sono stato molto male, non potrò dimenticare cosa ho passato in questo mese" ha continuato il centrale. "Ringrazio tutti quelli che mi sono stati vicino. Voglio ringraziare la Società, per tutto ciò che ha fatto, il mister e i compagni che mi hanno confortato tutti i giorni".

Raggiante ancghe Grava: "Sembrava un incubo dal quale non riuscivo più a svegliarmi. Provo una gioia immensa e sono felice che giustizia sia stata fatta. Quando ci siamo sentiti con Paolo ci siamo messi a piangere dalla gioia. E' la fine di un incubo" .

Esprime la sua gioia anche mister Mazzarri: "Innanzitutto sono contentissimo per Paolo e Gianluca, ragazzi dai valori umani eccezionali vittime di una grande ingiustizia. Son felice per la classifica. Quei punti ce li siamo meritati sul campo, altra grande ingiustizia se ci fossero stati sottratti".

Sullo stesso argomento