thumbnail Ciao,

Il sudcoreano, al Perugia per tre stagioni, accusa l'ex difensore e i compagni: "Ero emarginato. E Gaucci non voleva pagarmi: diceva che avevo rovinato il calcio italiano".

Alzi la mano chi non ricorda Ahn Jung Hwan. Ha eliminato l'Italia dai Mondiali del 2002, segnando ai supplementari la rete decisiva a favore della Corea del Sud e beccandosi al ritorno nel nostro Paese le imprecazioni di Gaucci, allora suo presidente al Perugia.

Ahn non ha un grande ricordo dell'Italia e dello spogliatoio biancorosso. Soprattutto, non ha un grande ricordo di Marco Materazzi. "Una volta è entrato urlando verso di me - ha raccontato a una tv locale - e davanti a tutti mi ha detto che puzzavo d'aglio. Io non capivo cosa dicesse, il traduttore era troppo imbarazzato per tradurre".

Presente alla trasmissione della televisione sudcoreana c'era anche la moglie di Ahn, ex Miss Corea. La donna ha svelato come il marito fosse rimasto traumatizzato dall'episodio, smettendo in seguito di mangiare l'aglio, ingrediente molto presente nella cucina della Corea del Sud.

Il giocatore ha avuto problemi anche con i compagni di squadra. "Non mi passavano la palla, nemmeno se ero davanti alla porta e loro non potevano segnare. E Gaucci, dopo i Mondiali, non mi voleva pagare lo stipendio: diceva che avevo rovinato il calcio italiano".

Sullo stesso argomento