thumbnail Ciao,

Ieri sera i tifosi del Cagliari hanno potuto incontrare una delle bandiere del club sardo, Francesco Pisano; bagno di folla per lui e lo svedese Eriksson.

Gioia ed euforia per i tifosi del Cagliari che si sono radunati ieri sera al Cagliari Point di piazza Unione Sarda, dove hanno incontrato per autografi e foto di rito Francesco Pisano e Sebastian Eriksson grazie all'iniziativa denonimata 'A tu per tu'. 

Il noto calore dei tifosi sardi non è mancato neanche durante l'ultima sfida di campionato, vinta in rimonta contro il Genoa di Luigi Del Neri, tanto da meritarsi l'elogio di Pisano: "Una volta passati in svantaggio, il pubblico non ha smesso di incitarci. Questo ha giocato senz'altro un ruolo importante nella nostra vittoria, che non esito a definire una liberazione dopo tanta sfortuna".

Una vittoria finalmente dopo le ottime performance contro Juventus e Lazio, dove la squadra isolana era stata rimontata in quel di Roma non con poche polemiche.

Partita vinta ribaltando il risultato, ironia della sorte, così come successe contro il Napoli cinque anni fa, match che diede una scossa determinante al Cagliari per terminare l'anno alla grande. "Le analogie sono parecchie. Speriamo di ripetere quel 2008.

Avevamo tanta voglia di riscatto, anche perchè nelle ultime partite contro Juventus e Lazio la prestazione era stata positiva, ma non avevamo portato a casa neanche un punto. Cosa è cambiato? Stiamo un po' meglio ed è migliorata l'attenzione. Nelle ultime settimane ci stiamo allenando bene, con grande impegno: è un atteggiamento che ci porterà risultati".

Parole di un uomo che conosce bene l'ambiente, avendo toccato le 200 presenze "Un bel traguardo, spero di migliorare questo record", ancora però alla ricerca del primo goal con la maglia rossoblù, infortuni permettendo: "Un incubo che mi sono lasciato alle spalle. Adesso sto lavorando bene e riesco ad allenarmi con continuità".

Sullo stesso argomento