thumbnail Ciao,

Il neoacquisto nerazzurro sfiderà nel prossimo turno di campionato la squadra con cui ha giocato per ben sette stagioni: "Anni stupendi, ma ora voglio vincere...".

Il suo debutto non è stato dei più felici. All'Olimpico è arrivata per l'Atalanta una sconfitta tra le più beffarde, causata da un goal irregolare (quello di Floccari) e da un'autorete, del compagno di squadra Brivio. Ma Michele Canini, tornato in nerazzurro, dove era cresciuto calcisticamente, si sforza di guardare avanti. Verso il prossimo appuntamento, contro quel Cagliari con cui ha giocato fino allo scorso anno.

"Sarà strano, ho passato sette anni stupendi in Sardegna, ma ora voglio batterli - ha spiegato il difensore - Dobbiamo fare attenzione soprattutto alla loro velocità, anche se credo che possiamo sorprenderli in contropiede. Mi aspetto una bella gara, aperta ad ogni risultato".

L'ambientamento, a quanto pare, è stato immediato: "Mi sono trovato subito a mio agio con i nuovi compagni, penso sia l'ambiente ideale per me. Non è un bel periodo per la squadra, ma ci stiamo allenando duramente e presto i risultati arriveranno".

La sconfitta di Roma brucia ancora: "Spero di aver fatto una buona prestazione, ma resta l'amarezza per un risultato bugiardo. A mio avviso, meritavamo molto di più per come abbiamo approcciato la partita e gestito il gioco fino al loro goal. Da lì in poi la gara ha preso un'altra piega. Dal campo sono comunque arrivati segnali positivi".

Sullo stesso argomento