thumbnail Ciao,

Era chiaro sin dal 19 dicembre:senza Chiellini si soffre e le ultime uscite in campionato lo dimostrano. A sinistra i bianconeri faticano. Recupero previsto fra un mese.

Giorno dopo giorno trattenendo il  fiato si rischia di soffocare. Passano così le giornate in casa Juventus da quando Giorgio Chiellini ha dovuto prendersi una pausa forzata dal campo da gioco a causa di una lesione di secondo grado al polpaccio destro. L’inamovibile puntellatore della difesa bianconera ora sembra più che mai l’uomo su cui confidare per rendere di nuovo la diga difensiva insormontabile. Chi lo sostituisce, Caceres e Peluso, ovviamente non sta facendo male, ma i risultati e le dinamiche parlano da sole.

A sinistra la squadra di Conte soffre e il ragionamento più naturale che si possa fare è: ma se ci fosse stato Giorgio gli ultimi tre goal contro Sampdoria e Parma sarebbero arrivati lo stesso? Domanda da un milione di dollari su cui si tentenna. Certamente la sua esperienza e la sua fisicità avrebbero più che aiutato, ma Chiellini da forte leader dello spogliatoio ribadisce la fiducia a chi lo sta sostituendo.

Ora non resta che attendere: il medico tedesco Wohlfahrt-Muller ha confermato il programma di recupero imposto dall’entourage bianconero. Ancora palestra per altre due settimane e poi, con tutte le valutazioni del caso, si potrà riiniziare a correre.

A Torino sperano di rivedere Chiellini in campo il 24 febbraio, in tempo per Juventus-Siena, partita che si trasformerà in prova generale in vista del match contro il Napoli  del 1° marzo e del ritorno di Champions League  del 6 marzo contro il Celtic.

Sullo stesso argomento