thumbnail Ciao,

Il presidente della Lazio ha parlato ai microfoni dei giornalisti del momento altamente positivo della sua squadra, al secondo posto in classifica.

La Lazio è seconda in classifica, il presidente Lotito è un fiume in piena. E non ha alcuna intenzione di stare in silenzio quando gli viene detto che la sua squadra in questo momento è eccessivamente favorita dagli arbitri. Ecco che cosa ha affermato ai microfoni di Sky Sport 24.

"La Juventus si deve preoccupare? Dobbiamo preoccuparci di noi stessi, e poi non penso che la Juventus sia preoccupata dalla Lazio. Non mi fa nessun effetto avere squadre di blasone che sono sotto di noi, siamo consci delle nostre capacità. Lo spirito di gruppo, il sacrificio, l'umità, il sano cinismo, il rispetto dell'avversario, sono componenti che ci stanno aiutando e che spesso hanno minato il mancato raggiungimento dei nostri obiettivi".

Impossibile non fare riferimento al fallo di mano di Floccari dal quale è scaturito il vantaggio laziale: "Petko ha detto che non può essere sempre la Lazio a dire le cose, io che ne penso? Io vedo che ogni volta che la Lazio vince c'è sempre qualche problema mediatico che qualcuno avanza. Ho letto la Lazio a -5 con l'aiuto dell'arbitro. Io penso che occorre l'analisi obiettiva. La Lazio ieri ha meritato la vittoria, e poi in passato ci sono stati alcuni episodi di svantaggio per la Lazio che potevano dare esito diverso".

Lotito ha inoltre ammesso di avere parlato con Floccari: "Il fallo di mano di Floccari è involontario. Me lo ha detto, non ha fatto nulla per toccarla. Anche Marchetti ieri ha concesso un angolo dicendolo all'arbitro. Noi cerchiamo sempre di essere una squadra corretta".

Conclusione su Zarate e su Petkovic: "C'è una filosofia di gruppo ed una filosofia individuale. Noi puntiamo sul gruppo, di sicuro Zarate troverà una squadra dove potrà porre in essere la sua filosofia individualistica. Il nostro allenatore non mi sorprende, è una sorpresa solo per i miscredenti. L'ho scelto perchè sa gestire al meglio lo spogliatoio sia dal punto di vista tecnico che psicologico".

Sullo stesso argomento