thumbnail Ciao,

Lotito chiude all'approdo in biancoceleste Lampard: "E' difficile inserire una figura come la sua in un gruppo solido come il nostro".

Quello che sta vivendo la Lazio è un momento d'oro. La compagine biancoceleste infatti, sta letteralmente volando in classifica ed ora è distante appena tre punti dalla capolista Juventus.

In molti adesso vedono proprio nei capitolini i veri rivali dei bianconeri nella corsa allo Scudetto, Lotito, intervistato ai microfoni di Radio Anch'Io Lo Sport, ha spiegato: "Se siamo l'anti-Juve? Sappiamo che non contano solo le potenzialità della squadra ma soprattutto la mentalità vincente e lo spirito di gruppo, oltre ovviamente a dei fattori imponderabili. Lo Scudetto non si vince sulla carta ma se riusciremo a conservare la condizione attuale potremo ambire a qualcosa di importante".

La Lazio, come il Napoli, nel recente passato ha vissuto momenti assai critici: "Dal quasi fallimento ora sono ai vertici del calcio italiano, è vero, le due vicende sono però diverse. Il Napoli è stato in Serie C ma De Laurentiis ha preso una società senza debiti, noi invece ce ne siamo dovuti accollare 500 milioni".

Lotito ha anche parlato di mercato: "Se arriverà Lampard? La Lazio deve solo prendere giocatori che siano funzionali al suo progetto sia sotto il profilo tecnico che economico. E' difficile inserire una figura come la sua in un gruppo solido come il nostro".

Infine un'ammissione relativa ad un eventuale vittoria del titolo: "Non abbiamo fissato alcun premio Scudetto".

Sullo stesso argomento