thumbnail Ciao,

"Con lui non siamo fortunati" dice Colantuono dopo il ko con la Lazio, avviato da un episodio contestato. E Marino: "Sembra che con noi questi falli non si debbano mai fischiare".

Sconfitta senza eccessivi demeriti contro la vice-capolista, l'Atalanta protesta contro l'arbitro. L'evidente tocco di mano di Floccari, autore dell'1-0 per la Lazio, ha consentito ai biancocelesti di spiccare il volo. E questo a Stefano Colantuono non va giù.

"Nel primo tempo siamo stati perfetti - dice l'allenatore nerazzurro, intervistato da 'Stadio Sprint' nel post partita dell'Olimpico - e anche nella ripresa siamo partiti bene. Poi credo che a livello emotivo la gara sia finita con l'episodio di Floccari: lì i miei giocatori si sono innervositi".

Troppo evidente, il fallo di mano dell'attaccante, peraltro un ex dell'incontro, per non suscitare polemiche. "Con l'arbitro Peruzzo evidentemente non siamo fortunati - continua un amareggiato Colantuono - Ma la colpa è anche dei suoi assistenti, che non l'hanno aiutato".

Visibilmente deluso anche il dg atalantino Pierpaolo Marino, che a 'Mediaset Premium' dichiara: "Sembra che nella nostra area di rigore il fallo di mano non esista più. Con Peruzzo ci dovrebbe essere un chiarimento, soltanto con lui ci sono queste eccezioni del regolamento".

Addirittura, Marino si sarebbe aspettato da Floccari un comportamento simile a quello del laziale Miroslav Klose contro il Napoli: "Quando ci sono questi falli di mano eclatanti si dovrebbe avere la signorilità di ammetterli".

Sullo stesso argomento