thumbnail Ciao,

Il bomber biellese, con la doppietta di ieri, si è meritato il bonus contrattuale da 50mila euro, previsto alla decima azione 'positiva'. Spezzato un digiuno che durava da 654'...

Doppietta col botto, la terza stagionale, per Alberto Gilardino, che è tornato a bucare la rete dopo ben 654 minuti di digiuno. Il bomber di Biella è stato uno dei primattori del Bologna, vittorioso con un netto 4 a 0 ai danni del Chievo. Ora Gila, che con i due goal di ieri è arrivato a quota 154 in A e ha scavalcato Crespo e Nyers, è il 21° bomber di tutti i tempi.

"Quando un attaccante attraversa un momento negativo come il mio, l'unico modo per uscirne è continuare a lavorare tanto, e così ho fatto - le parole dell'attaccante, riportate dalla 'Gazzetta' - Dedico questa bella doppietta a Sergio Isabella (ex rossoblù malato di Sla, ndr), ma tutta la squadra ha fatto una grande prestazione conquistando una vittoria pesante".

Da parte sua, assicura, non c'era alcun blocco psicologico: "Non ero scarico, ci sono partite in cui non ti capitano occasioni mentre con il Chievo ne ho avute due e le ho sfruttate entrambe. In tante gare ho giocato più per la squadra mentre questa volta sono stato bravo a raccogliere i frutti dell'attesa".

Adesso il Bologna è atteso da un ciclo di ferro: "Le gare con Milan e Roma ci diranno chi siamo e le affronteremo per fare punti". Martedì, intanto, torna la Coppa Italia, con la difficile trasferta in casa dell'Inter: "È una partita secca contro una grandissima squadra, siamo carichi e li metteremo in difficoltà, sia con i titolari sia con le riserve".

Con il bis di ieri, Gila si è meritato il bonus da 50mila euro previsto nel suo contratto, che sarebbe scattato alla decima azione 'positiva': per lui 8 goal, un assist e un rigore procurato. "Qui sono molto sereno e sto bene, spero di restare ma non dipende da me", ha concluso il bomber, arrivato in estate in prestito (con diritto di riscatto) dal Genoa.

Sullo stesso argomento