thumbnail Ciao,

Il giovane attaccante francese sta guadagnando spazio col passare delle settimane: l'obiettivo dell'ex Caen è di entrare nella prossima lista Champions.

Sia fatta la sua volontà, in questo caso quella di Berlusconi: il Milan giovane sta prendendo forma e contro la Sampdoria, per la prima volta in stagione, si vedrà un attacco completamente targato 'anni 90'. Allegri ha deciso di dare fiducia a M'Baye Niang, che questa sera scenderà in campo dal primo minuto al fianco dell'inamovibile El Shaarawy e di Bojan Krkic.

Il baby-bomber francese, complice anche l'assenza per squalifica di Pazzini, le non ottimali condizioni di Robinho e i segnali incoraggianti dati da Boateng nella vecchia-nuova veste di mezzala, ha vinto la concorrenza di Emanuelson e andrà dunque a posizionarsi presumibilmente sulla destra, con Bojan 'falso nueve' ed El Shaarawy a sinistra.

Sessant'anni in tre: la composizione dell'attacco rossonero non può che rappresentare un segnale di svolta deciso, una definitiva dichiarazione d'intenti. E ad amplificare ulteriormente il messaggio lanciato dal Diavolo, che ha deciso di puntare a occhi chiusi sui cosiddetti 'top young', ci sarà anche la presenza di Mattia De Sciglio, altro titolare fisso del nuovo Milan.

Per Niang, che fin qui in campionato ha collezionato soltanto tre spezzoni per un totale di 14 minuti giocati, sarà la prima grande chance della sua avventura in rossonero: neanche in Coppa Italia Allegri lo aveva lanciato dall'inizio, facendolo subentrare sia contro la Reggina (con tanto di goal) che contro la Juventus, dove ha giocato proprio insieme a Bojan ed El Shaarawy, dando la scossa alla squadra.

L'obiettivo dell'ex Caen è quello di convincere il tecnico livornese ad inserirlo nella prossima lista Champions: potrebbe di fatto prendere numericamente il posto lasciato libero dalla cessione di Pato al Corinthians.

Sullo stesso argomento