thumbnail Ciao,

Il Catania ospita la Roma, Maran carica i suoi: "Abbiamo un’altra occasione contro una squadra forte e blasonata. Vogliamo dare una soddisfazione ai nostri tifosi"

Il tecnico del Catania ha parlato in conferenza stampa prima del match con la Roma, analizzando il momento degli etnei: "Dobbiamo tenere il campo in un certo modo, no ingenuità".

Coraggio ed equilibrio, è questa la ricetta per battere la squadra di Zeman secondo Rolando Maran. Prima della delicata sfida contro la Roma, il tecnico del Cataniaparla del momento di forma che stanno vivendo i suoi, guardando alla sfida contro i giallorossi con fiducia.

Intervenuto in conferenza stampa il ct rossazzurro ha fatto il punto della situazione: “Dopo queste due ultime partite, abbiamo un’altra occasione contro una squadra forte e blasonata. Scendiamo in campo per dar una soddisfazione ai nostri tifosi. In quella prima giornata ci rimase un po’ di rabbia per il pareggio arrivato alla fine. Spero che questo faccia leva per mettere in campo la giusta rabbia. Sappiamo quanto sia importante ripartire col passo giusto ma non credo che la gara sia determinante in termini di classifica e di strascichi futuri. La squadra ha dimostrato con i risultati che sta facendo il suo cammino."

In Sicilia arriva un altro avversario ostico, per di più ferito da una brutta sconfitta subita nell'ultimo turno: “La Roma sappiamo quanto può esser pericolosa. Serve una squadra compatta con tempi di giocata veloci. Speriamo che oltre alla grande prestazione, solita contro la grande, arrivi anche il risultato. Ma abbiamo sempre dimostrato di esser il Catania, abbiamo sempre mostrato la nostra identità. Affrontiamo una gara complicata ma consapevoli del nostro valore. Probabilmente le squadre ci studiano. Qualche attenzione in più per il Catania adesso c’è. Noi abbiamo grande rispetto per gli avversari. Poniamo sempre in atto degli accorgimenti in funzione degli avversari."

Maran ha già la ricetta per battere i capitolini: “Contro la Roma bisogna essere compatti. Dobbiamo tenere il campo in un certo modo. Serve il solito coraggio e grande equilibrio. La carica nervosa deve essere positiva. Basta ingenuità. Per far grandi risultati serve tutto ciò. Perché non ci sia un calo bisogna sempre esser in progressivo miglioramento. Anche quando le cose sembra vadano bene. Adesso ci si attacca di più al risultato. La nostra prestazione ed il nostro rendimento deve esser migliorato in ragione di ciò".

L'allarme è stato analizzato nel match di Coppa Italia, da lì il tecnico del Catania vuole ripartire: “Contro la Lazio mi sono reso conto che se caliamo nell’1% rischiamo molto. Dobbiamo dare il massimo, sempre. In un campionato è difficile mantenere il livello altissimo. Come? Sta nella nostra testa, allenare l’approccio, la voglia, lo spirito di sacrificio. Possiamo far bene. Assenze? Più che altro sono importanti i momenti. Abbiamo entrambi un risultato da riscattare. Castro? Potrebbe dare il suo contributo come fatto altre volte."


Sullo stesso argomento