thumbnail Ciao,

Il tecnico azzurro ha commentato le parole del bianconero in conferenza stampa: "In questo mondo chi vince non è simpatico a nessuno. Vorrà dire che stiamo facendo bene".

Il Napoli si appresta ad affrontare il Palermo per restare agganciato alle zone alte della classifica, il tecnico Walter Mazzarri ha fatto il punto della situazione, commentando le discusse parole di Claudio Marchisio e facendo anche riferimenti al mercato.

Intervenuto in conferenza stampa il ct toscano ha interpretato subito le parole del centrocampista bianconero: "Nel nostro ambiente tutti vogliono vincere, per me ci ha fatto un complimento. Vorrà dire che stiamo facendo bene, in questo mondo chi è simpatico non fa nulla di buono".

Sul match contro il Palermo, Mazzarri elenca tutte le insidie, spendendo anche due parole sui nuovi ex Aronica e Dossena: "E' una gara pericolosa, che arriva dopo una bella vittoria con la Roma. Non dobbiamo pensare che sia abbordabile, col Bologna abbiamo visto tutti cosa è accaduto. Dobbiamo far vedere che siamo veramente una squadra antipatica. Gli abbiamo dato una mano a rinforzarsi. Aronica e Dossena sono giocatori importanti, gli auguro il meglio. E' vero che meriterebbero qualcosa in più. Li ringrazio, ci hanno dato una grossa mano. Poi è normale che il calcio va avanti e loro chiedevano maggiore spazio e hanno fatto questa scelta. Spero giochino peggio del solito".

Sul fronte acquisti sono arrivati invece due importanti rinforzi come Armero e Calaiò: "C'erano ruoli da ricoprire. Il calcio è fatto di stimoli. Zuniga ogni minuti veniva da me perchè voleva giocare, l'ho trattenuto e poi sappiamo com'è andata a finire. Calaiò viene con grandi stimoli, ha caratteristiche diverse dagli altri attaccanti che abbiamo. Ha grande generosità. In questo momento lo vedo bene in alcune partite in cui bisognerà fare a sportellate nel gioco aereo. Armero è molto motivato, ad Udine era finito il suo tempo, parlando con lui ho avuto la riconferma che oltre all'esterno può fare anche la mezz'ala sinistra e qualche volta ha fatto anche il mediano. E' un pò indietro fisicamente, quindi deve recuperare: gliel'ho detto che nel calcio moderno bisogna essere al top e dopo che acquisterà brillantezza valuteremo".

In settimana sono arrivate le dichiarazioni del padre di Cavani, che lo spingevano verso il Real Madrid, ma Mazzarri consiglia il 'Matador': "Nelle difese spagnole c'è ancora maggiore spazio, ma gli auguro di continuare a fare gol in Italia, ha ancora più importanza".

Per quanto riguarda gli obiettivi e la penalizzazione in classifica, Mazzarri prende posizione: "Noi non siamo anti-Juve, ma siamo pro-Napoli. Le mie squadre di solito fanno sempre meglio nel girone di ritorno, ma ne abbiamo già tanti in più dell'anno scorso. Spero di fare più punti del girone d'andata ma intanto raggiungere le presenze di Pesaola è una soddisfazione, lo vedevo da bambino. I punti di penalizzazione? Tutto questo è assurdo, il Napoli è addirittura parte lesa. Ma sono fiducioso per il ricorso".

Infine la situazione di alcuni singoli: "Donadel è rigenerato. Stravedo per El Kaddouri, ha colpi pazzeschi e grande personalità, non si tira mai indietro. Se c'è però da gestire forse non è l'ideale perchè davanti alla difesa serve maggiore equilibrio. E' più vicino ad Hamsik come ruolo, ma mi affascina: avrà un grande futuro".

Sullo stesso argomento