thumbnail Ciao,

Rosa ridotta all'osso e uomini contati in vista dell'anticipo serale contro gli abruzzesi. Si ferma Gargano. Milito verso la panchina. In attacco spazio ancora a Cassano-Palacio.

Emergenza in casa Inter. Brutto periodo per i nerazzurri che hanno cominciato l’anno con la sonora sconfitta di Udine e che adesso si ritrovano con una rosa ridotta all’osso.

A metà settimana si è fermato Samuel per un risentimento al tendine d’Achille adesso è toccato a Walter Gargano, bloccatosi in allenamento per un problema alla coscia. Niente di grave ma vista l’indisponibilità di molti giocatori, il problema per Stramaccioni è di non poca importanza.

Mancheranno, infatti, per le prossime sfide, gli infortunati Alvarez , Castellazzi , Gargano , Nagatomo , Samuel, Stankovic, con l’aggiunta  di Coutinho. Oltre agli squalificati Ranocchia e Juan Jesus. Senza dimenticare i probabili partenti Sneijder, in primis e Silvestre. Quest’ultimo, però, potrebbe partire titolare nella prossima gara di campionato a causa dell’indisponibilità di Samuel.

Preoccupazioni che potrebbero riguardare anche Milito. L’argentino non è al top della condizione e nella sfida casalinga contro il Pescara potrebbe accomodarsi in panchina lasciando il campo alla coppia d’attacco Cassano-Palacio. In definitiva il tecnico romano dovrà rinunciare a dieci giocatori. Mica poco.

Sullo stesso argomento