thumbnail Ciao,

Dopo gli anni delle giovanili bergamasche e il giro d'Italia da Sambedenettese, Genoa, e sopratutto Cagliari, Canini torna a casa: "Voglio far bene contro i miei ex rossoblù".

Ha passato dieci anni nelle giovanili dell'Atalanta, Michele Canini. Poi le parentesi di Sambenedettese, Genoa e sopratutto Cagliari, dove è diventato grande (quasi 200 presenze collezionate in Sardegna tra il 2005 e il 2012).

Il centrale lombardo è tornato a casa, acquistato dalla formazione bergamasca nell'ambito dello scambio con Manfredini, ceduto in terra ligure. "Giocare in prima squadra è una cosa che ho sempre desiderato e ne sono orgoglioso" le dichiarazioni in conferenza stampa.

Il classe '85 vuole dare il meglio di sè: "Cagliari è una piazza esigente, così come Bergamo. Questa è una società seria con un gruppo di giocatori importanti. Il mio sogno qui per adesso è esordire e magari segnare. Il potenziale della squadra è da media classifica".

Il destino potrebbe farlo esordire in casa proprio contro la squadra che lo ha ceduto dodici mesi fa: "Ho fatto sette anni a Cagliari e ci sarà un motivo in più per fare bene. Ora pensiamo alla Lazio, una squadra con qualità importanti e giocatori di grande esperienza. Fermare i loro attaccanti sarà difficile".

Sullo stesso argomento