thumbnail Ciao,

Krhin si prepara a Bologna-Chievo, sfida da uomini veri: "Squadra tosta, si lotterà su ogni pallone"

Il centrocampista del Bologna è pronto ad affrontare nel prossimo turno di campionato i diretti avversari nella lotta per non retrocedere del Chievo.

E' ormai diventato un titolare fisso della squadra di Stefano Pioli, Renè Krhin, centrocampista in comproprietà tra Bologna ed Inter, dal 2010 nella rosa della squadra rossoblù. Il giocatore, cresciuto nelle giovanili del Maribor prima e dell'Inter poi, intervenuto in conferenza stampa, ha parlato della sfida salvezza tra Bologna e Chievo, prevista per sabato prossimo allo stadio Dall'Ara.

"Adesso iniziano le nostre finali - ha dichiarato Krhin -, dobbiamo pensare solamente al Chievo. Oggi è l'unica partita che esiste, non dobbiamo pensare troppo in là, meglio ragioniare gara dopo gara. Quella gialloblù è una squadra che lotta su ogni pallone, sarà una partita davvero tosta". Il Bologna punta ad ottenere il massimo da questa sfida, vista l'andata, conclusasi sul 2-0 per i clivensi. In rete, il 26 agosto, erano andati Cruzado e Pellissier.

Il giocatore ha avuto comunque tempo per parlare del suo cammino in rossoblu: "Non avevo tante presenze in Serie A prima di arrivare qui a Bologna. Giorno dopo giorno, quest'anno mi sto riprendendo anche dai problemi fisici. I centrocampisti moderni devono saper fare entrambe le fasi di gioco". Una maturazione continua quello dello sloveno che sogna di tornare all'Inter, alla corte di Andrea Stramaccioni.

Parole al miele, infine, Krhin le ha avute anche per i suoi compagni di squadra più esperti. Su tutti, Diego Perez ed Alberto Gilardino: "Diego Perez è un assoluto trascinatore, una figura importantissima per la squadra. Gilardino? E' un giocatore davvero essenziale per noi: fa salire la squadra, dentro l'area di rigore è forte, ha già fatto diversi gol importanti".

Sullo stesso argomento