thumbnail Ciao,

Il terzino austriaco, che sta scalando le gerarchie di casa Bologna, punge il compagno e spiega: "Quando uno è troppo sicuro di sè rischia la bastonata".

Quando si dice la concorrenza interna. Gyorgy Garics, terzino austriaco reduce da un periodo poco felice, sta finalmente trovando spazio con regolarità nelle file del Bologna e, intervistato dalla 'Gazzetta dello Sport', non ha disdegnato qualche neppure troppo velata punzecchiatura al compagno Marco Motta.

L'ex esterno della Juventus, fin quì spesso schierato titolare da Pioli, nelle ultime gare è stato infatti dirottato in panchina per fare spazio proprio a Garics, che adesso spiega: "Ognuno può dire quel che si sente ma poi decide il signore brizzolato (Pioli); quando uno è molto sicuro di sé e parla troppo rischia una bastonata. Io lavoro in silenzio e questo paga".

Quindi il terzino austriaco si è soffermato sul delicato momento vissuto dai felsinei, dichiarando: "Dopo undici k.o. nell’andata resto fiducioso perché abbiamo qualità e carattere". Infine intima: "Domenica dovremo battere un Chievo che si salva sempre, grazie all’ottimo lavoro di una società capace di scoprire buoni giocatori senza spendere tanto".

Sullo stesso argomento