thumbnail Ciao,

Il capitano dell'Udinese confessa di sentirsi bene e si allunga la carriera, ma dà l'addio alla Nazionale: "Alla mia età è giusto così, lasciamo spazio ai giovani".

Antonio Di Natale si gode la dolcissima Befana vissuta ieri grazie alla fantastica doppietta siglata contro l'Inter, e giura amore eterno all'Udinese, aprendo anche all'ipotesi rinnovo.

Il capitano dei friulani chiude invece le porte alla Nazionale, e sottolinea: "In azzurro è giusto lasciare spazio ai giovani, superando i trentacinque anni e' doveroso fare così. Fino ai 37, 38 anche 40 anni si puo' giocare. Fino a che uno ce la fa con la testa e sta bene fisicamente puo' giocare. Poi magari uno vuole passare un po' di tempo con la famiglia e i figli, allora arriva il tempo di smettere".

Quindi Di Natale ammette: "Io ho il contratto con l'Udinese fino al 2014 e fino a quando ce la faccio, gioco. Quando smetto starò con la mia famiglia e con i figli e poi mi piacerebbe allenare i bambini che sono la mia passione". Infine chiude all'ipotesi estero: "Se arrivasse una proposta direi di no, meglio stare a casa''.

Sullo stesso argomento