thumbnail Ciao,

Presente a Zurigo per la cerimonia di consegna del Pallone d'oro 2012, l'ex stella rossonera ha parlato anche della sua ex squadra: "Tornerà presto ai vertici".

L'ex fuoriclasse del Milan, Andriy Shevchenko, a Zurigo per la cerimonia di consegna del Pallone d'Oro 2012, intervistato da 'Sky Sport' ha parlato della sua ex squadra, di Andrea Pirlo, suo ex compagno in rossonero, e dell'emergente Stephan El Shaarawy.

"Io stimo molto Andrea, lui è stato uno dei candidati a questo premio. - ha detto l'ucraino - Quello che ha fatto per l'Italia e per la Juventus è stato grande, avrebbe meritato di essere qui".

Poi sul Milan di oggi. "Non sto seguendo tantissimo il calcio, per ora penserò alla mia famiglia. - ha spiegato Sheva - Tra un po' sono sicuro che mi mancherà e ricomincerò a vedere alcune partite. Il Milan comunque tornerà presto ad essere uno dei migliori club del mondo. So che ieri ha vinto 2-1. Sicuramente perdere due giocatori fondamentali come Ibra e Thiago è stato un grosso peso, però la squadra la sto vedendo in ripresa, ultimamente sono cresciuti. Ci vorrà sicuramente tempo per rimediare, ma intanto le cose si stanno mettendo per il verso giusto".

Shevchenko stravede per il giovane talento rossonero Stephan El Shaarawy. "Sta facendo molto bene. - ha detto - Ha un grande futuro davanti al Milan. Se continuerà così diventerà un grande giocatore".

Infine un commento sull'episodio di razzismo di Pro Patria-Milan. "Boateng ha preso la sua decisione. - ha spiegato Shevchenko - La squadra lo ha seguito e penso che abbiano fatto bene".

Sullo stesso argomento