thumbnail Ciao,

Juventus battuta a Torino, un clamoroso 2-1 in rimonta nonostante l'inferiorità numerica: "Bravi e fortunati ieri, una vittoria figlia del nostro lavoro settimanale".

Delio Rossi ringrazia baby Icardi e si gode l'impresa della sua Sampdoria. Juventus battuta a Torino, un clamoroso 2-1 in rimonta nonostante l'inferiorità numerica che ha riaperto diverse speranze Scudetto, oltre a riaccendere il tifo blucerchiato.

"Una buona vittoria, figlia del nostro lavoro settimanale" evidenzia l'ex tecnico della Lazio a 'Radio uno'. "Se i ragazzi hanno fatto bene però, è merito anche di chi mi ha preceduto. Tutte le squadra scendono in campo per giocarsela, sempre. Forse perchè al vertice c'è meno qualità. Gli allenatori italiani sono più abili tatticamente, gli altri più monotematici, giocano sempre nella stessa maniera".

Tre punti giovani: "Siamo squadra giovane e con molte qualità, dobbiamo tirarle fuori. Icardi è un attaccante moderno, si muove molto, pur essendo una prima punta. Juventus è la squadra più forte del Campionato, noi siamo stati bravi e fortunati ieri".

La convinzione di molti è anche quella di Rossi: "La Serie A non è il più bello al mondo, ma il più difficile, e partite come la nostra di ieri lo dimostrano. Intervallo? Ho detto solo che eravamo ancora in partita, guardando l'assetto tattico della squadra".

"Lazio e Juventus? La Lazio è molto esperta, bada al sodo, mentre Madama cerca anche lo spettacolo. Comunque, se non vince la Juve, perde la Juve, non vince nessun altro. Razzismo? Noi italiani non siamo razzisti, basti pensare alla nostra società multietnica. E' solo una questione di imbecilli".

Sullo stesso argomento