thumbnail Ciao,

L'attaccante argentino è stato il grande protagonista della vittoria di Torino. La svolta, dice, è avvenuta nella ripresa, quando la squadra è entrata in campo col piglio giusto.

"Dopo la gioia del derby, anche questa giornata è stata per me incredibile". Mauro Icardi, autore della doppietta con la quale la Sampdoria è riuscita ad espugnare il campo della Juventus, è indubbiamente l'uomo del giorno. A vent'anni non ancora compiuti, l'argentino è riuscito in una grandissima impresa. Non la prima, come sottolineato da lui stesso in riferimento alla stracittadina.

La svolta del pomeriggio, a suo dire, si è avuta ad inizio ripresa: "Siamo entrati in campo con la voglia di vincere la partita nonostante l'inferiorità numerica", ha spiegato a 'Sky' l'attaccante blucerchiato, di gran lunga il migliore dei suoi. Il rosso a Berardi, arrivato intorno alla mezzora, ha caricato a dovere la banda Rossi, anzichè deprimerla.

E pensare che Icardi, questa partita, ha rischiato di non giocarla nemmeno, in quanto intenzionato a rispondere alla convocazione dell'Under 20 argentina. Bene ha fatto la Samp a trattenerlo, viste anche le assenze di Maxi Lopez e Pozzi.

"Oggi ho fatto quello che dovevo fare - ha spiegato con umiltà Icardi - A giugno ci saranno i Mondiali e spero di esserci".

Sullo stesso argomento