thumbnail Ciao,

Il capitano nerazzurro non vuole pensare a un k.o dovuto alle troppe vacanze: "Il primo goal e la mancata espulsione ci ha tagliato le gambe. Ora serve migliorare".

Non è iniziato affatto bene il 2013 per l'Inter. Molti, dopo il 3-0 dell'Udinese, hanno evidenziato come la causa della larga vittoria ottenuta dai bianconeri di Guidolin sia dovuta, tra le altre cose, anche alla pausa, troppo elevata, concessa ai giocatori.

Non ci sta Javier Zanetti, capitano nerazzurro: "Periodo di vacanze troppo lungo? Il calo non è dovuto a questo, penso che prima del goal friulano pensavate diversamente. Forse mi sono allenato troppo anzi, ho lavorato dal 24 al 31 a parte un giorno di riposo. Io come altri miei compagni" le parole a 'Sky Sport'.

"Prima del goal dell'Udinese potevamo segnare noi, l'espulsione bianconera poteva cambiare tutto. 3-0 troppo elevato. Jonathan? Può capitare a chiunque, ora abbiamo finito l'andata.

Abbiamo fatto bene, dobbiamo continuare a credere in noi stessi. Guardiamo avanti in Serie A e Coppa Italia, possiamo migliorare. Ranocchia fuori? Ha detto solo una parola in più, ho sentito altri colleghi che lo fanno. Ci dev'essere più buonsenso da parte di tutti, compresi gli arbitri".


Qualche compagno, tornando al discorso iniziale, ha fatto fatica nell'ultima mezzora: "Secondo me è causata dall'espulsione, capita. Credo che dobbiamo migliorare anche in questo, dobbiamo migliorare per stare in alto. Mai detto che eravamo l'anti Juventus. Facciamo il nostro percorso, da squadra".

"Recuperiamo gli infortunati e andiamo avanti"
sentenzia l'esterno albiceleste. "Ci sono successe diverse cose, possono capitare. Dobbiamo ritrovare l'equilibrio per lottare al vertice, faremo le valutazioni a fine campionato. Sono fiducioso per i primi tre posti, speriam di avere i compagni tutti in forma ottimale".

Sullo stesso argomento